“URBAN STORYTELLING – INCURSIONI DI SCRITTURA URBANA” (Città di Torino, 2012)

“La storia continua” (Torino, 2012) – URBAN STORYTELLING, INCURSIONI DI SCRITTURA URBANA

 

urbanstorytelling

Nell’ambito dell’iniviativa di comunicazione La storia continua avviata nel 2011 in collaborazione con la Città di Torino per il progetto Facilito Barriera di Milano, abbiamo ideato e realizzato “URBAN STORYTELLING: INCURSIONI DI SCRITTURA URBANA”.

Con l’intento di promuovere un’immagine nuova dello storico quartiere torinese di Barriera di Milano abbiamo progettato un intervento culturale in grado di modificare le percezioni riguardo il territorio.
Abbiamo coinvolto oltre 20 scrittori torinesi, cui abbiamo chiesto di compiere delle “incursioni” nel quartiere, incontrando persone del posto, soprattutto imprenditori e commercianti, e visitando luoghi, strade, piazze, parchi, con l’obiettivo di farsi ispirare per scrivere delle storie brevissime ambientate in Barriera di Milano.

Contemporaneamente abbiamo avviato una collaborazione con il quotidiano La Stampa che ha aderito al progetto offrendo gratuitamente lo spazio “Urban Storytelling” sulle proprie pagine per la pubblicazione dei racconti, pensati fin da subito in un formato breve – 1 cartella – inusuale per la narrativa, ma efficace per la comunicazione giornalistica e per la lettura su Web e social media.

Il lavoro si inserisce nel quadro più ambio del Programma di riqualificazione urbana Urban Barriera di Milano della Città di Torino che prevede vari investimenti sul piano urbanistico, culturale, sociale e naturalmente economico, con il Progetto Facilito che mira a sostenere e agevolare le imprese.

Abbiamo affidato alla letteratura il compito di interpretare le trasformazioni future del quartiere oggetto di importanti cambiamenti. Gli artisti, dotati di speciale sensibilità nel “leggere i luoghi urbani”, ne hanno anche “ri-scritto” i destini, immaginando ambientazioni piacevoli, accoglienti, intriganti, attrattive…

Mercoledì 28 marzo 2012, abbiamo presentato il progetto attraverso un evento-spettacolo culturale al Circolo dei lettori, cui hanno assistito oltre un centinaio di cittadini.

urbanstorytelling1

L’incontro, attraverso i reading dell’attrice Anna Abate e l’accompagnamento musicale del musicista Davide Bottini, ha costruito un parallelo tra gli scrittori torinesi – autori delle “incursioni” in Barriera e dei relativi racconti – e artisti di fama internazionale, che hanno reso protagonisti delle loro storie i quartieri di grandi città: Daniel Pennac con il quartiere Belleville a Parigi, Manuel Vazquez Montalbàn con il Barrio Gotico a Barcellona, Jean Claude Izzo con il Panier a Marsiglia…

 

Insieme alle pubblicazioni su La Stampa, su Web e social media, il progetto “La storia continua” avvia anche un concorso tra i lettori dal titolo “CONTINUA LA STORIA”, aperto a chiunque voglia interpretare le trasformazioni di Barriera di Milano raccontandole in una storia di fantasia della lunghezza di 1 cartella.

urbanstorytelling2Il progetto della Città di Torino è stato selezionato (tra oltre 400 progetti nazionali) dal Ministero dello Sviluppo economico per partecipare all’European Enterprise Promotion Awards 2012. Membri dello staff del premio europeo hanno assistito all’evento di Urban Storytelling rinforzando la valutazione positiva ricevuta dal progetto nel suo complesso. Il 15 novembre 2012, superando tutti i livelli di selezione, il progetto Facilito (e con esso le azioni da noi svolte sui territori di Campidoglio, via Nizza, Barriera di Milano ecc) ha vinto il premio nella categoria “Sviluppo del contesto imprenditoriale” (scelto come migliore tra oltre 300 progetti europei di varie provenienze).