La creatività: una meta-competenza

Le parole ‘creatività’ e ‘crescere’ hanno la stessa radice etimologica: entrambe derivano dal greco ‘KERE’.

La creatività è un attivatore di potenzialità, un’abilità “alternativa” e “complementare” che integra le competenze di leadership ed empowerment. È una risorsa interiore che va nutrita e praticata per renderla abituale.

La creatività innesca nuove sensibilità che ci rendono più abili nell’anticipare e interpretare cambiamenti di scenario rinforzando l’adattabilità alle nuove “richieste” del contesto (es. relazioni, cambiamenti organizzativi, bisogni modificati dei clienti, mercati in trasformazione, novità normative, nuove culture e tendenze…).

Perché sia utilizzata con consapevolezza è necessario praticare abitudini speciali come auto-osservazione, padronanza di sé, autenticità relazionale, consapevolezza emotiva

Da anni formo le persone sulla creatività, che significa poi stimolare la (ri)attivazione di proprie capacità interne.

Lo confesso: non c’è lavoro più appassionante e coinvolgente, perché le persone, lavorando sul rinforzo della creatività individuale, si accendono e rifioriscono.

Si sprigionano energie vitali che investono tutti e tutto: corpo, pensieri e idee, emozioni, spirito. Questo sì che è un lavoro appagante!

Trovare soluzioni alternative

Il panorama della consulenza offre molti tipi di soluzioni: quelle “di business”, quelle “tecnologiche”, quelle “strategiche” ecc. Queste sono invece “alternative”.

Cercare (e trovare) “soluzioni alternative” a quelle logiche e consuete, quando queste non sono efficaci, significa attivare risorse elastiche e creative che semplificano l’attività e generano “zone di agio” in situazioni o contesti vissuti come dis-agio.
Questo permette di rendere elastico e adattabile il nostro modo di pensare e flessibili i nostri comportamenti.
Di conseguenza, la qualità della vita lavorativa migliora, le attività diventano più semplici e concrete, le relazioni più autentiche e appaganti. Riusciamo a governare tempi, costi, ambienti, strumenti, qualità dei risultati.
Perciò cresce il nostro benessere e insieme a questo la produttività.
E riscopriamo il piacere di ogni cosa